Il progetto Earthquake Network

Università degli Studi di Bergamo ed Earthquake Network insieme nell’emergenza COVID-19. Scopri di più…

Ricevere un’allerta terremoto in tempo reale sul tuo smartphone è possibile grazie ad Earthquake Network. Avviato nel 2012, Earthquake Network è un progetto di ricerca che implementa una rete globale di rilevazione terremoti basata su smartphone. Più di 5.5 milioni di persone da tutto il mondo hanno preso parte al progetto e la rete ha permesso di inviare più di 3.100 allerte in tempo reale. In molte nazioni a rischio sismico, Earthquake Network è l’unico sistema di allerta attualmente aperto alla popolazione, Italia inclusa. Dal 2019 Earthquake Network è parte dei progetti TURNkey e RISE finanziati dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020.

Per entrare a far parte della rete di rilevazione e per ricevere le allerte installa l’app Rilevatore Terremoto.

 

L’idea alla base del progetto Earthquake Network è quella di sfruttare l’accelerometro disponibile su ogni smartphone per rilevare terremoti in tempo reale. Quando un terremoto è rilevato, un’allerta è inviata a tutti gli smartphone che si trovano nell’area interessata dal sisma. Se non ti trovi troppo vicino all’epicentro puoi ricevere l’allerta in anticipo e puoi metterti al riparo prima che sopraggiungano le onde sismiche.

Per i dettagli scientifici del progetto consulta la sezione Scienza,  la rivista scientifica Bulletin of the Seismological Society of America oppure la pagina Wikipedia del progetto.

Individuazione e recupero dispersi

Quando un sisma è rilevato in tempo reale, la app Rilevatore Terremoto invia in automatico le tue coordinate ad una lista di contatti fidati. Questo è utile in caso tu sia intrappolato sotto le macerie senza la possibilità di chiedere aiuto. Se il sisma è rilevato in tempo reale, la tua posizione è inviata prima che la rete telefonica ed Internet vengano compromessi.

Segnalazioni utente

Gli utenti possono inviare una segnalazione non appena percepiscono un sisma ed una mappa con l’area colpita dal sisma è resa disponibile in meno di un minuto. A seconda dell’intensità riportata sulla mappa, protezione civile e tutti gli altri enti preposti alla sicurezza delle persone possono  inviare soccorsi e squadre di emergenza dove prioritario.